Another day, another drama, but not for me, all I think about is karma

Non prego Dio, non credo nell’oroscopo, non mi affido ai tarocchi, ma ai piedi del Karma mi inginocchio, in adorazione. Nel Karma credo, dannatamente credo.

What goes around, comes around.

Nel bene o nel male, ciò che fai si trasforma. Torna da te con un dono inatteso, o ti punisce in modo esemplare. Teneri buffetti sulle guance o feroci bacchettate sulle mani. Il Karma è equo, mai di parte. Se meriti d’essere fottuto, ti fotterà pesantemente. Se hai seminato positività, ti renderà la stessa, talvolta in dose maggiore. Nel Karma credo. Forse perché l’ho visto agire. Coincidenze, le chiamano così.

And in the end, the love you take is equal to the love you make.

L’amore che dai torna da te in egual misura. Non so se io sia sempre stata in grado di dare amore al prossimo. Sono certa d’aver pagato, d’aver scontato la giusta pena, a mio tempo. E sono certa anche di questo: ho sempre visto sprofondare chi mi ha ferito. Ciò che deve accadere, accadrà. La ruota gira, e, fino ad ora, l’ho vista schiacciare molti di mia conoscenza. Mi chiedo solo chi sarà il prossimo. E un po’ mi dispiace per lui.

È un periodo particolare, per me. Uno di quei bei periodi di transizione, in cui il dubbio fa da padrone. Ma sono carica. Ultimamente mi sento avvolta da un’energia incredibile. Sto affrontando con inaspettata positività gli ostacoli e sto lavorando moltissimo su me stessa. Ho limato i lati spigolosi del mio carattere, l’ho reso meno ruvido. E sono aperta alla condivisione e all’interazione come mai prima d’ora. Con chi lo merita, questo sì. Sto progressivamente affrancandomi da chi non reputo meritevole di attenzioni. Non assecondo più le persone “tossiche”, non mi lascio trascinare nel loro baratro di zizzania. È uno di quei bei periodi in cui mi trovo a prendere le distanze, in cui voglio, pretendo, di farmi scivolare addosso le cose (e le persone) di poco conto. Mi sto liberando anche di moltissimi paletti mentali, sto abbracciando con entusiasmo le mie potenzialità e mi sto godendo il cammino. Magari sulla via faccio una scoperta inattesa! Serendipità. D’altronde Fleming scoprì casualmente la penicillina, no? Io potrei imbattermi nella “penicillina” della mia vita. E questo rende la passeggiata ancor più coinvolgente.

Sto decisamente bene, adesso. Non ho motivo di preoccuparmi degli altri, rispondo ad ogni pungente colpo con delizioso menefreghismo. Ormai reagisco andando oltre.

E non auguro il male a nessuno, non è da me, mai lo sarà. Tanto ci pensa il Karma. Tutto torna indietro, è solo questione di tempo. Non si scappa. Io stessa non scappo, da me stessa. Mi affronto ogni giorno, e ogni giorno cambio. È un fenomeno straordinario, il guardarsi dall’esterno. L’altro giorno mi sono complimentata con Giada, la vedo più matura, la vedo più saggia. Sarà la vecchiaia. O sarà la rinnovata consapevolezza che è inutile sprecare tempo dietro persone che valgono zero. Anni fa ne sarei uscita fuori avvelenata, ogni organo del mio corpo avrebbe accettato il guanto di sfida. Crescendo sto imparando che l’unica sfida realmente degna d’essere accettata è quella che mira alla conquista della felicità. Bisogna combattere per questa, senza lasciarsi trascinare emotivamente da chi ci vuole infelici.

A tutto il resto penserà il Karma.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...